David Maria Turoldo

 

 

 

Ho un pessimo rapporto con la chiesa.

Quando sono stato invitato a leggere poesie e brani di Turoldo, non ho esitato un solo istante a rispondere affermativamente.

David Maria Turoldo era un sacerdote poco prete, o forse viceversa; di certo un uomo che amava Dio, forse meno l’istituzione che lo sponsorizza da un paio di millenni.

E’ stata persona che ha coltivato e diffuso, attraverso la poesia, e più in generale con la scrittura, la spiritualità di cui era pieno, traboccante, pur rimanendo spesso terreno, fisico. 

Lo ricordo nell’ultimo periodo, quando la malattia, conclamata e in piena salute, lo stava divorando, senza scalfire minimamente la sua fede. 

Io, che sono uomo senza fede,  che penso ai fedeli con un certo distacco, sentivo in lui – attraverso le sue parole e la sua testimonianza – un interlocutore ideale, con cui avrei voluto confrontarmi, senza diffidenza.

E allora il 7 maggio sarò a Vicenza, insieme ad altri lettori che come me, per ragioni forse diverse da me, testimonieranno l’immortalità e la semplicità di un uomo – un prete, un antifascista, un poeta – che ha vissuto con totalità la sua vita terrena.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s